L'articolo di primo piano in dettaglio...

torna indietro  

Rinnovo dell’esenzione ticket per il 2020

(pubblicato il 16/12/2019)

 

La Regione Emilia Romagna ha prorogato fino al 31 dicembre 2020 le misure a sostegno dei lavoratori coinvolti dalla crisi e di altre fasce deboli della popolazione per l’accesso alle prestazioni sanitarie.

I dati presenti nell’Anagrafe Sanitaria saranno aggiornati in modo automatico, così che risulti la validità delle esenzioni fino al 1° marzo 2020 senza necessità di adempimenti da parte dei cittadini. 


Nello specifico, i soggetti interessati sono:

  • disoccupati, già precedentemente occupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare lordo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro se è presente un coniuge e di altri 516,46 euro per ogni figlio a carico (codice di esenzione E02); 

  • lavoratori colpiti dalla crisi, ovvero coloro che hanno perso il lavoro, sono in cassa integrazione, in mobilità o hanno un contratto di solidarietà e i loro familiari a carico (esenzione E99); sono oltre 2.600 le persone del territorio che beneficiano di questa esenzione.

  • persone residenti nei Comuni dell’Emilia-Romagna colpiti dal terremoto, che si trovano in situazioni di particolare disagio: in seguito all’ordinanza del sindaco di inagibilità/sgombero del proprio luogo di abitazione, studio professionale o azienda, è stato prorogato il diritto all’esenzione dal ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali (nelle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate), per l’assistenza termale e l’assistenza farmaceutica relativamente ai farmaci di fascia A, nonché ai farmaci in fascia C, compresi nei Prontuari Aziendali e in distribuzione diretta (con modalità definite dalle singole Aziende Usl); lo stesso per i componenti del nucleo anagrafico o, comunque, ai parenti di primo grado di persone decedute a causa del sisma. Le esenzioni vengono applicate anche ai lavoratori dipendenti delle aziende che operano nelle zone colpite, anche se non residenti nei Comuni terremotati. Il codice dell’esenzione è T12.


Il provvedimento riguarda anche l’assistenza farmaceutica per i nuclei familiari emiliano-romagnoli in situazioni di estremo disagio sociale, individuati dai Servizi sociali dei Comuni o in carico agli stessi. A queste famiglie è garantita la distribuzione gratuita dei farmaci di fascia C (come la tachipirina), ovvero i farmaci distribuiti dalle farmacie delle Aziende sanitarie.


È stata, inoltre, resa illimitata la validità degli attestati di esenzione per i titolari di pensione sociale (E03) e di pensione minima (E04), che in precedenza scadevano alla fine dell’anno di emissione, comportando alcuni disagi e attese agli sportelli per il rinnovo.


Seguiteci su: